Buone prospettive per l’e-commerce manager

 


L’E-Commerce in Italia e in tutto il mondo è in crescita costante: nel corso del biennio 2019-2020 la navigazione da desktop è passata da 28,4 a 38,5 milioni di utenti unici al mese. L’emergenza Covid-19, negli ultimi mesi, ha confermato questo trend di crescita: in Italia, il 48% dei consumatori ha incrementato gli acquisti online dallo scoppio della pandemia. I consumatori online italiani sono circa 38 milioni, ovvero il 62% della popolazione, e si prevede che entro il 2023 raggiungeranno quota 41 milioni. Si prevede che nel 2020 il numero di acquirenti digitali nel mondo sarà di 2,05 miliardi e che il numero continuerà a crescere nel 2021, raggiungendo i 2,14 miliardi. Questo significa che una persona su quattro acquisterà online, ovvero il 26,28% dei 7,8 miliardi di persone nel mondo. (Fonte Nasdaq). Di conseguenza, cresce la richiesta di profili in ambito e-commerce. Per esempio, per Vincenzo Piro, classe 1975, di Potenza, fare l’e-commerce specialist è una passione che si è concretizzata in modo naturale e con lo scopo primario di soddisfare i bisogni latenti e le necessità reali degli acquisitori-clienti, nel suo caso Importatori, distributori e retailer di 72 paesi.
“Nella mia precedente esperienza in una società multinazionale”, spiega  Vincenzo Piro, e-commerce specialist di Aries More, azienda che opera nel marketing e sviluppo commerciale delle PMI,  “ho potuto vivere fino in fondo tutti i processi aziendali dalla produzione alle vendite, dalla logistica al marketing e dalla qualità alla ricerca & sviluppo. Con Aries More invece ho avuto l’opportunità, attraverso Bee, di poter sviluppare un ecosistema intelligente e globale, collaborativo e unico che per davvero potesse integrare l’intelligenza artificiale con la realtà virtuale, la realtà aumentata e il data mind, oltre che la block chain, per rendere il processo di acquisto e gli acquisti per i buyer un’esperienza sicura, coinvolgente e interattiva che per davvero permetta ad importatori, distributori e retailer di 72 paesi di poter scegliere in pochi click prodotti italiani certificati e non in competizione tra loro e da noi accreditati”, aggiunge Vincenzo Piro.
“Da inizio anno”, osserva Francesca Contardi, Managing Director di EasyHunters, società di ricerca e selezione del personale, “sono 2 milioni i nuovi consumatori online in Italia e in tutto 29 milioni”. “Di questi, 1,3 milioni nati a seguito all’impatto dell’emergenza sanitaria del Covid-19. L’acquisto dei prodotti di largo consumo venduti online ha registrano un +81% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso e, stando alle stime, la crescita dell’E-Commerce quest’anno lieviterà fino al 55% a livello mondiale. Questo significa che gran parte delle aziende, di ogni settore e tipologia, avranno nei prossimi mesi una grande necessità di inserire professionisti che possano sviluppare, gestire un canale di vendita online ed offrire supporto ai clienti”, conclude Contardi.