Risk manager ambientale: la professione del futuro

di Stefania Nigretti

Buone prospettive per i risk manager ambientali, professionisti capaci di prevenire e gestire i rischi in un modello di economia circolare. La green economy sarà uno dei pilastri per la ripartenza: entro il 2024 si stima che ci saranno sei occupati su dieci nel settore ambientale. Il comparto green già attualmente occupa circa 1,6 milioni di professionisti.

“Gli incidenti industriali che hanno un grave impatto sull’ambiente sono una reale minaccia per le imprese, sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista dell’immagine e della reputazione”, sostiene Lisa Casali, coordinatrice del master Cineas in Environmental Risk Assessment and Management. “Poter contare su professionisti che siano in grado di prevenire (ed eventualmente gestire) un incidente con conseguenze sull’ambiente è fondamentale per qualunque tipologia di azienda, non solo per quelle che operano in settori più comunemente considerati a rischio (come, ad esempio, industria, trasporti o edilizia). Prevenire e gestire i rischi ambientali significa tutelare il business, ma anche i propri dipendenti e l’intera collettività. Ed è un aspetto che non possiamo più sottovalutare”, conclude Casali.

Il master in Environmental Risk Assessment and Management, che inizierà il 19 marzo, è organizzato da Cineas (Consorzio universitario non profit fondato dal Politecnico di Milano) e forma i professionisti dei rischi ambientali. Il master è un percorso formativo che si svolge in modalità smart learning. Cineas, dal 1987 scuola di formazione manageriale sulla gestione dei rischi e dei sinistri, in collaborazione con Pool Ambiente, offre un programma completo con aspetti tecnici, giuridici e assicurativi in materia di gestione dei rischi ambientali. Il percorso qualifica i professionisti nell’analisi e nell’individuazione dei rischi ambientali a cui l’impresa è esposta, affinché sia possibile individuare le soluzioni più efficaci per prevenire e ridurre i rischi, con l’obiettivo di minimizzare l’impatto di un eventuale incidente sul business aziendale nel rispetto dell’ambiente e della sicurezza.

Il master prevede circa 85 ore di formazione suddivise in tre macroaree tematiche: gestione dei rischi ambientali, normativa di riferimento, rischi ambientali e gestione dei sinistri. Ulteriori approfondimenti sugli argomenti, docenti, date e modulo d’iscrizione del master sono disponibili sul sito del Consorzio www.cineas.it.