LinkedIn: la ripresa delle assunzioni parte dal digitale

di Stefania Nigretti

Crollo delle assunzioni in Italia: ad aprile record negativo del -83 per cento, tuttavia  è in atto una ripresa delle assunzioni soprattutto in settori che richiedono competenze digitali. Nel frattempo sta per essere varato un decreto che stabilisce decontribuzioni importanti per chi assume a tempo indeterminato.

Stando ai dati aggiornati al 17 ottobre 2020, LinkedIn, il network per la ricerca di contatti professionali di proprietà Microsoft con 706 milioni di utenti registrati in 150 Paesi (dati relativi al maggio 2020), ha riscontrato per l’Italia un tasso di assunzione, denominato LinkedIn hiring rate, pari all’8 per cento, considerato il tetto massimo di crescita per quest’anno, data la ripresa della pandemia. Dunque, secondo LinkedIn le assunzioni in Italia sarebbero cresciute dell’8 per cento rispetto all’anno precedente, andando così a compensare in piccola parte la disoccupazione.

Vediamo allora, sempre secondo LinkedIn, quali sono le figure emergenti, i profili professionali più richiesti sul mercato italiano in questo momento complicato. C’è infatti una domanda importante di ingegneri e sviluppatori del software, di addetti alle vendite, di graphic designer e di analisti e interpreti di dati.

Ecco nello specifico le dieci figure professionali segnalate da LinkedIn per essere quelle che hanno registrato una crescita costante in Italia negli ultimi anni e per le quali si prevede che continuerà ad aumentare la domanda dei datori di lavoro, con alcune specifiche sulle competenze richieste: Software Developer (programmazione, storage, networking, sicurezza, deployment, HTML, CSS, SQL, Javascript, Python); Addetto alle vendite (negoziazione, gestione delle relazioni con i clienti, sviluppo di nuovi modelli di business, B2B, storytelling, social media); Project manager (program management, ottimizzazione dei processi, analisi della performance di un progetto); IT administrator (gestione di sistemi, configurazione e identità, Microsoft Windows Server, Active Directory); Addetto al servizio clienti (customer satisfaction & experience, data entry, Customer Relationship Management, analisi amministrativa); Digital marketer (social media, content strategy, Seo, canali di marketing, Google Analytics, Google Ads); IT support/helpdesk (risoluzione dei problemi, deployment, Active Directory, hardware del computer, Microsoft Windows Server); Data analyst (analisi dei dati, analytics, visualizzazione delle informazioni, Microsoft Excel, Structured Query Language, Power BI, Tableau); Analista finanziario (analisi finanziarie, risk management, contabilità, analisi dei dati); Graphic designer (design system, layout, colore, Adobe InDesign, Illustrator, Photoshop).

“Con l’aumento dei casi di COVID-19 e la possibilità di un secondo lockdown, c’è una forte ansia in tutto il Paese riguardo a ciò che potrà accadere nel mondo del lavoro”, afferma Marcello Albergoni, Country Manager di LinkedIn per l’Italia. “Molte persone che lavorano nei settori più duramente colpiti dalla pandemia, come i viaggi, lo spettacolo e l’ospitalità, quest’anno hanno visto la loro vita e i loro mezzi di sussistenza completamente distrutti, e si stanno interrogando su cosa fare dopo. Concentrarsi sulle competenze trasferibili può contribuire ad aprire le porte di una varietà di ruoli che le persone potrebbero non avere considerato in precedenza. Le competenze possono essere applicate a diverse tipologie di posizioni e settori, creando nuove opportunità di lavoro. Allo stesso modo, investire tempo nello sviluppo di nuove competenze, essere proattivi nella ricerca di un lavoro e coinvolgere la propria rete professionale è fondamentale per trovare rapidamente un nuovo posto”.